venerdì 14 febbraio 2014

Di rane, zebre e serpenti

Per fortuna Figlio se ne sta, e tanti programmi che vogliamo vedere noi in tv, se li fa piacere. Tra questi ci sono anche i documentari di Focus.
 
L'altro giorno in corridoio Figlio si accuccia, salta in avanti con gambe e braccia, e mi dice: "Sono una rana saltante!" 
Naturalmente io rido! Ignorante che non sono altro ...
Poco dopo gli dico: "Dai, sbrigati, che dobbiamo andare a comperare!" e lui: "Corro, corro ... sono una zebra corrente!" 
Inutile il mio tenativo di spiegargli come si dice quella frase nella maniera corretta.

Il fetente ha anche una memoria d'acciaio. 
Passi pure che il suo cervellino è vuoto e leggero ma al ritorno dalla spesa, accendo la tv e all'ennesimo documentario questa volta sui serpenti, il tizio che spiegava questo e quello, dice "... il serpente strisciante ..." Figlio mi fa 
"Vedi? Il serpente strisciante e la zebra corrente!"

cavolo, aveva ragione lui ...

3 commenti:

  1. Noi a casa nostra applichiamo la regola dei participi anche ad altre cose, così quando tiriamo fuori il latte dal frigo cerchiamo di consumare prima quello "scadente"... che no vuol dire di cattiva qualità. La zebra corrente è fortissima! :)

    RispondiElimina
  2. mi piace un sacco il linguaggio creativo dei bimbi:)

    RispondiElimina
  3. La logica dei bambini è incredibile

    RispondiElimina